martedì 30 luglio 2013

The little Mermaid...

Tour di Copenaghen a piedi! Oggi Sole e nuvole si sono alternati (qui le nuvole corrono super veloci): il tempo cambia rapidamente, come in montagna! Copenaghen è davvero bella, molto alternativa anche se per metà in "ristrutturazione"!
Siamo partiti dalla stazione centrale, passando per il planetario (intitolato al famoso astronomo Tycho Brahe), ci siamo poi diretti verso il Municipio (molto grazioso), lungo la via dello Strøget, verso quello che era il fulcro commerciale della città! 
Siamo andati a visitare il Duomo protestante, passati per l'università, visitato i giardini del re con il Rosenborg, la residenza reale con annessa Guardia Reale (in alta Uniforme).
Proseguendo siamo passati attraverso un vecchio fortino militare (con alle spalle una chiesetta anglicana bellissima, costruita con dei marmi bianchi scozzesi) che ci ha condotti verso la famosa Sirenetta (piccolissima)! 
Siamo andati verso l'Amelienborg (altro palazzo reale) che risulta essere in perfetto contrasto con il moderno edificio dell'Opera House sullo sfondo! 
In preda ai morsi della fame (soprattutto di Mr G, in quanto Mrs G si era già sbaffata un delizioso panino dolce con miele burro e semi di cumino) ci siamo diretti verso il canale più famoso di Copenaghen (Nihavn) contorniato dalle sue casette tipiche colorate! 
Qui Mr G. mi ha sottratto la Lonely planet (di solito lui guida l'itinerario e io leggo le informazioni turistiche) per scovare un delizioso caffè (Nyhavns Færgekro) lungo il canale per degustare 10 tipiche aringhe danesi (sildebord, tutte dai nome impronunciabili, ma decisamente appetitose) accompagnate da un'ottima birra danese!
Nel pomeriggio, passando lungo il Christiansborg e il teatro vecchio, siamo andati verso il Tivoli, famoso parco dei divertimenti del 1844. Cosa c'è di meglio delle montagne russe più estreme di Danimarca dopo un pasto a base di aringhe? Ma nella terra dei Vichinghi tutto è possibile... 
Entrati al Tivoli il pensiero comune è stato quello di essere finiti nel videogioco Roller Coaster. Dopo averlo visitato in lungo e in largo sotto la pioggia battente, Mr G mi propone l'attrazione Sky flyer, (ovvero una torre alta 80 m con delle altalene attaccate che sale e gira) per riuscire a vedere, in questo modo, la città dall'alto (sempre sotto l'acqua)! 
Dopo una perquisizione stile aeroporto siamo saliti: è stata emozionante, anche se un po' spaventosa! Provati, ma soddisfatti, lasciamo Copenaghen per dirigerci verso Stoccolma: domani ponte sull'Öresund!




1 commento:

  1. Non male direi la giornata direi, bravi ragazzi !!!!!!

    RispondiElimina